Contatti

VIVAL – Ass.ne Viticoltori Valle d’Aosta

Loc. La Rochère, 1/A
11100 Aosta Valle d’Aosta (IT)

Segreteria: +393391136094

www.vivalvda.it  info@vivalvda.it

Orari

Consultare l’elenco cantine associate.

Associazione Viticoltori Valle d'Aosta

In Valle d’Aosta, tra incantevoli panorami che si stendono a perdita d’occhio, scorci mozzafiato e antichi villaggi, cresce rigogliosa la vite, respirando aria pura e assimilando tutti i profumi e gli aromi di questa terra di montagna, sapori che ritroviamo in ogni bottiglia di vino valdostano.

DOC

La storia dell’ottenimento della Denominazione di Origine Controllata ha inizio nel 1971 quando il Donnas divenne la prima DOC valdostana, seguita nel 1972 dall’Enfer d’Arvier. La vera svolta si ebbe nel 1985 quando, per la prima volta in Italia, fu riconosciuta la prima DOC regionale denominata “Valle d’Aosta” o “Vallée d’Aoste”, in onore al bilinguismo valdostano.

Grazie a questo conseguimento, sono state disciplinate le piccole realtà vitivinicole dei diversi ambienti, comprendendovi le due citate DOC preesistenti.

I vini valdostani facenti parte della DOC, in ordine di quantità prodotte, sono i seguenti:

Torrette, Blanc de Morgex-La Salle, Pinot Noir, Chardonnay, Fumin, Petite Arvine, Torrette, Müller Thurgau, Chambave Moscato, Gamay, Pinot Gris, Cornalin, Donnas, Syrah, Petit Rouge, Traminer, Rosé, Nebbiolo, Enfer, Merlot, Arnad-Montjovet, Mayolet, Muscat Petit Grain, Chambave Rouge, Nus Malvoisie, Nus Rouge, Vuillermin, Gamaret. Alcuni vini possono essere prodotti nella versione passita, superiore o metodo classico.

Le zone vitivinicole

Le particolarità morfologiche ed ambientali hanno portato alla suddivisione del territorio valdostano in 6 zone vitivinicole, che, in un viaggio dalla bassa all’alta valle sono le seguenti:

  • Donnas
  • Arnad-Montjovet
  • Chambave-Nus
  • Torrette
  • Enfer
  • Morgex-La Salle

Consulta l’elenco associati VIVAL

(Informazione pubblicitaria)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp